I social media mettono a repentaglio la sicurezza dei dati?

Allarme!

Facebook e Twitter ti conoscono meglio del tuo migliore amico?
Be’, non ne siamo sorpresi. Sono passati 10 anni da quando abbiamo “scoperto” i social media. La differenza è che ora costituiscono una parte importante della vita sociale delle persone.

Gli hacker sono sempre più in grado di accedere alle nostre informazioni personali, quindi è arrivato il momento di fare tutto il necessario per proteggere i dati che mettiamo in rete e che condividiamo col mondo intero. Non fosse altro che per il fatto che i datori di lavoro utilizzano ampiamente i social media per contattare sia dipendenti sia clienti.
E se qualcuno riuscisse ad accedere ai tuoi account? Sarebbe un vero disastro e potrebbe avere un impatto negativo anche sulla tua azienda. Purtroppo, entrare negli account social può risultare un gioco da ragazzi per gli hacker!
Basta fare un clic su uno scam o usare una password debole… è un attimo. Salvaguardare la tua privacy sui social media ti renderà indubbiamente meno suscettibile agli attacchi degli hacker. Ricordati che i siti di social networking sono di proprietà di aziende private che traggono guadagno dalla raccolta e dalla vendita dei dati delle persone a inserzionisti di terze parti.

La precauzione è fondamentale:

1

Considera i campi delle “informazioni personali” come facoltativi.

Ad esempio: Facebook ti offre la possibilità di inserire molte informazioni su di te, dalla data di nascita alla scuola che hai frequentato. Tuttavia, il fatto che vengano proposti questi campi non significa che sia necessario compilarli. Opta per inserire una risposta generica o lascia il campo vuoto. Allo stesso modo, fornire solo lo stato di residenza, invece che città e stato insieme, può rendere difficile agli altri capire esattamente dove vivi.

2

Scegli password forti.

Memorizzare le password considerate “forti” può essere frustrante. Anche Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, non era troppo propenso a usare password difficili finché il suo account non è stato violato. Quando i suoi profili Twitter, Instagram e Pinterest sono stati compromessi, fu rivelato che la password che aveva scelto era “Dadada”. Questo dimostra che la maggior parte delle persone non prende troppo sul serio la scelta di una password forte. Tutti pensiamo “A me non capiterà mai”.
Be’, invece può capitare eccome, quindi è bene assicurarsi di usare una password difficile da decifrare.

3

Usa l’autenticazione a più fattori (multi-factor authentication).

Immagina che un hacker abbia la tua password, nome utente ed e-mail; e che sappia addirittura la risposta alla tua domanda segreta. Può accedere al tuo account. Ma se hai abilitato l’autenticazione a più fattori, l’hacker avrà bisogno di un altro fattore per accedere correttamente al tuo account. Quindi, senza il tuo telefono, impronta digitale, riconoscimento del viso o qualsiasi altro fattore tu abbia impostato, per lui il gioco è finito.

4

Attenzione a quando utilizza i tuoi account social in spazi Internet pubblici.

Quando usi un browser su un computer pubblico, cancella sempre la password e la cronologia di navigazione.

5

Sposta le password in un programma di gestione apposito.

Quanti account social possiedi?
10? 20? Cerchi cento diverse password forti o usi sempre la stessa per tutti?! Principalmente gli hacker inseriscono una serie di password semplici in un elenco di account PayPal, per esempio, tentando delle corrispondenze. Se riescono ad accedere al tuo account, potresti perdere molto denaro. Nel peggiore dei casi, se hai utilizzato la stessa password per altri account, gli hacker potrebbero riuscire a impossessarsi di tutti i tuoi account social. È necessario utilizzare una password forte e univoca per ogni account, e il modo giusto per farlo è affidarsi a un password manager. Pubblicheremo a breve un articolo sui migliori password manager che puoi utilizzare per proteggere i tuoi dati!


Riassumendo.

Usa tranquillamente i social network, ma ricordati di prendere misure extra per essere sicuro che i tuoi dati personali non finiscano nelle mani sbagliate. Se sei consapevole delle minacce contro cui sei più indifeso, puoi attivarti per proteggere te stesso e i tuoi network.
Rimani sintonizzato per altre informazioni su come proteggere i tuoi dati!

Aditi Srivastava
aditi@mon-k.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.